I ricordi di un viaggio, di qualsiasi viaggio che possiamo avere fatto, sono quanto di più tangibile rimanga al nostro ritorno a casa. Ci sono infatti tante possibilità per conservare qualcosa, oltre al ricordo interiore, di quello che abbiamo fatto, che abbiamo visto, che abbiamo vissuto.
Le idee possono essere tante, ma spesso le persone non ci pensano: magari comprano, mentre sono nel posto che stanno visitando, delle magliette, un oggetto per la casa, anche da regalare ad altri, che però diventa poi un oggetto di uso comune che non si ricollega più direttamente al viaggio.
Per questo vogliamo darvi alcune idee molto particolari perché ogni viaggio che abbiamo effettuato, o anche più di un viaggio, rimanga come un ricordo indelebile nella nostra mente. La mente va stimolata a ricordare, e ci sono modi per farlo che riescono a tirare fuori dal “cassetto” ricordi che nessuno si aspetterebbe.

 

  • Il primo consiglio che diamo è la cosiddetta “trip box”, la scatola del viaggio. Si tratta di una scatola in cui conservare alcuni ricordi, ricordi di ogni tipo, da riporre da qualche parte e poi tirarla fuori dopo molto tempo, anche anni. Può essere anche una scatola da scarpe, in cui si mettono magari cartoline, sassi dalla forma strana che abbiamo preso per ricordo, o ancora minerali, parti di animali (come un osso di seppia) che ci hanno particolarmente colpito… Tutti questi oggetti vengono tenuti insieme, così da non essere dispersi. Quando avremo nostalgia del nostro viaggio, poi, potremo estrarre la scatola ed avere, attraverso gli oggetti, un vero e proprio tuffo nel passato indescrivibile.
  • Il diario di viaggio è una delle cose più importanti che dovremmo tenere. Prendere un quaderno, anche comprato in edicola, e scrivere ogni giorno non solo i posti che abbiamo visitato ma anche le emozioni, i momenti belli e quelli brutti, ci permetterà di riviverli tutti come se fossero un libro, da leggere anche dopo anni da quando lo abbiamo scritto. Se siamo in due, magari in coppia, o anche se siamo un gruppo di amici, sarà bello poterlo riguardare anche dopo anni, magari aggiungendo anche delle foto. E tutto deve essere rigorosamente cartaceo, perché le cose digitali tendono a scomparire, con il tempo.
  • Infine, ci sono le immancabili fotografie. Creare un fotolibro online o stampare le foto è un ottimo modo per conservarle in un posto che non sia la macchina fotografica o il computer che, come abbiamo detto prima, potrebbero ad un certo punto smagnetizzarsi, o rompersi, e perderemmo tutti i nostri ricordi; Il libro fotografico è simile al diario, perché possiamo inserire fotografie accompagnate dalle didascalie, ma la possibilità di poter inserire molte foto all’interno, in diverse dimensioni, e soprattutto di disporle con una certa logica permette di poter rivedere in ogni momento tutto ciò che abbiamo vissuto, tramite le fotografie. Anche avere fra le mani le stampe delle vostre foto è una sensazione meravigliosa. Avete mai provato ad esempio il servizio servizio di stampa foto online di MyPix Cewe? Dovete sapere che il servizio è garantito da una delle aziende migliori per la creazione di stampe fotografiche di altissima qualità: Cewe.it.

 

E, per concludere, non possiamo non dire che, tra questi tre metodi, nessuno esclude l’altro: infatti è possibile anche creare una scatola di viaggio all’interno sia il diario che il fotolibro, oltre agli altri oggetti, per un modo davvero unico di conservare tutti i nostri ricordi!

Lascia un commento